IRES Istituto di Studi e Ricerche Economiche e Sociali


 
Attività all'estero

Formazione

Pubblica Amministrazione

Pubblicazioni

Progetti Speciali

Ricerca

Servizio Civile

Sociale

  PROGETTO ''TONNI E TONNARE''

img

“TONNI E TONNARE” Storie di uomini e del mare

Il libro “TONNI E TONNARE” contiene le immagini e i testi delle interviste effettuate nel corso delle riprese video curate dal regista del documentario Riccardo Cingillo e attraverso esempi di vita reale vuole contribuire alla rievocazione del passato e alla rivalorizzazione del presente della pesca del tonno!

Il progetto è stato finanziato dal Dipartimento della Pesca della Regione Siciliana ed è stato proposto con riferimento al programma promozionale del settore ittico, al POR Sicilia e al regolamento CE 27/92 e sue successive modifiche.

Le motivazioni del progetto si fondano nel desiderio di voler documentare le tonnare come mezzo di pubblicizzazione di un pezzo della storia siciliana che sta per terminare, ma che presenta ampi spunti per un nuovo sviluppo economico e per il rilancio di un settore importante del comparto ittico.

Le immagini e i testi raccontano l'importanza delle tonnare “storiche o fisse” ed esaltano la territorializzazione della pesca del tonno.

L'obiettivo principale era suscitare l'attenzione di un vasto pubblico sull'importanza del recupero delle tonnare, non per collocarle nell'ingloriosa nicchia delle rappresentazioni folcloristiche di un mondo tradizionale scomparso sotto il profilo della convenienza economica, ma per immaginarle con una diversa idea di recupero.

Tanto meno razionale appare proporre il recupero delle tonnare per destinarle in chiave meramente turistica a musei, alberghi o ristoranti, privandole della possibilità di prospettive future coerenti con il passato e con la loro importanza nel contesto dell'economia del settore.

L'idea è contribuire a rimettere a valore le tonnare, senza astrarle dal comparto storico d'appartenenza e senza negarne il valore antropologico-culturale, che se pure importante, non riproduce la natura di questi edifici che in passato rappresentavano pienamente l'impresa ed il lavoro organizzato nella pesca.

E' possibile immaginarle reinserite nella catena delle attività economiche legate alla cattura del tonno e alla commercializzazione dei prodotti freschi e lavorati che si possono ricavare.

A queste riflessioni vorrebbe condurre il lavoro sviluppato dall'I.R.E.S., al quale si spera potranno aggiungersi nuovi spunti e futuri progetti.

Il merito del lavoro va rivolto alle nuove politiche di promozione del settore sostenute dalla Regione Siciliana, Dipartimento Pesca, che in questi anni ha saputo coniugare la tutela delle tradizioni e del mare con il rilancio di un'economia pericolosamente a rischio per le innumerevoli cause legate all'inquinamento, al depauperamento delle risorse ittiche, alla concorrenza causata dalla mancanza di una normativa adeguata a livello internazionale.